Gli occhi e la parola

“Nessuno sia escluso”. E’ il messaggio che papa Francesco ha lanciato da piazza san Pietro, nel corso dell’ultima udienza giubilare del sabato, alla vigilia della chiusura delle porte sante in tutto il mondo, mentre la basilica di san Pietro rimarrà aperta fino al 20 novembre. Non è un caso che gli ultimi incontri del giubileo siano stati dedicati proprio ai più esclusi, come i carcerati, gli emarginati e i poveri. E poi l’ultimo venerdì della misericordia, con sette famiglie di ex sacerdoti, tra loro qualche ex parroco, ora sposati e con figli.
Tra incontri, sguardi e gesti, parole e silenzi, l’anno del giubileo ha regalato sorprese e fuori programma, ma non per chi ha conosciuto a fondo Bergoglio.
Nei tuoi occhi è la mia parola, il corposo volume di omelie e discorsi di Bergoglio cardinale, racconta il laboratorio che ha forgiato il pontificato in corso.